Per addestrarlo è presto, ma per educarlo no!

Per addestrarlo è presto, ma per educarlo no!

Quando le persone sanno che sono un’educatrice o addestratrice cinofila, la domanda che subito mi fanno, indicando il diavolo della Tasmania che hanno attaccato al guinzaglio, se davvero bisogna aspettare l’anno di età per educare il proprio cane. Perché, insomma diciamocela tutta, dopo i primi mesi il cucciolo, diventando cucciolone, è un pò più impegnativo!

Io allora spiego sempre che bisogna capire la differenza tra “educazione” e “addestramento”.

L’educazione è quella che bisognerebbe iniziare subito, al primo ingresso in casa del cucciolo (o anche di un cane adulto che ne è sprovvisto!) E si perché si educano anche i cani adulti! Attendere sarebbe come aspettare di insegnare le buone maniere ad un bambino, attendendo i 16 anni per far capire meglio o per lasciarlo sfogare.

L’educazione di un cane comprende la socializzazione con altri cani e con le persone;

La gestione del guinzaglio e della passeggiata. Per non farvi trascinare ovunque;

L’autocontrollo in presenza di stimoli come auto, persone che corrono ecc..

Insomma, tutto. quello che servirà per avere un cane normale, da poter portare ovunque sia concesso, in vacanza e ovunque vogliate portarlo per condividere insieme questa magica esperienza!

L’addestramento invece è la preparazione per una disciplina sportiva, per un lavoro di utilità o comunque un pacchetto di esperienza più complesso, che non tutti i cani e proprietari devono per forza seguire. A differenza di un percorso di educazione, che invece dovrebbe essere obbligatorio per tutti i possessori di cani. Purtroppo ci sono cani un pelo più impegnativi e vanno affidati alle persone con esperienza e non alla prima esperienza con un cane. Come affidare un Pastore del Caucaso di 3 anni ad una nonnina di 80 anni con 50 kg di peso.

Vogliamo vedere insieme quali sono le opportunità di educazione del vostro cane, divise per età?

Puppylandia è un parco giochi, con tunnel, pedane e percorsi sensoriali, pensato per la socializzazione dei cuccioli di età compresa tra i 2 e i 6 mesi (anche otto-nove mesi, se si tratta di cani come i grandi molossoidi) Un cucciolo ha bisogno di stimoli, di esperienze positive e socializzazione. L’intento del Puppylandia è di fornire ai proprietari gli strumenti per poter capire ed interagire correttamente col cucciolo, impostando sin da subito le basi per evitare conflitti ed incomprensioni. 

Insegneremo al cane i comandi base, che serviranno sopratutto a vivere serenamente la quotidianità e i cambiamenti.

Il cane imparerà a non tirare al guinzaglio, a stare seduto sereno vicino a te, a tornare al richiamo e tanti altri comandi utilissimi nella vita di tutti i giorni. E tu? Tu apprenderai come comunicare correttamente con il cane, come creare un rapporto sereno e appagante per entrambi.

UN CANE EDUCATO È UN CANE LIBERO.. di interagire con persone e animali, di esplorare nuovi ambienti senza perdere di vista il suo gruppo famigliare, di correre e giocare in spazi aperti. Educare il cane vuol dire renderlo più libero di essere un individuo, integrarlo in modo corretto nella società in cui vive, rispettando le sue necessità e le sue emozioni.

  • L’addestramento

In questa fase il cane può cominciare ad imparare le basi e gli esercizi relativi allo sport o all’utilità che abbiamo scelto per lui. Ovviamente tenendo sempre conto della tipologia di cane e delle sue doti. Non chiederò mai ad San Bernardo di fare Agility Dog.

Ci sono tantissimi sport e discipline da fare con il nostro cane: 

  1. Treibball
  2. Agility Dog
  3. Disc Dog
  4. Sheepdog
  5. Obedience
  6. Rally-O
  7. Hoopers
  8. Canicross
  9. Mantrailing
  10. Dog dance
  11. Sport acquatici

e tantissimi altri.. adesso scegliete il vostro e divertitevi! Ricorda: Per addestrarlo è presto, ma per educarlo no!

dog-3555375_1920
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: