Massaggio Hot Stone

Hot stone:

Il massaggio hot stone chiamato anche hot stone therapy o healing stone massage, nasce dalla unione di conoscenze antiche ed applicazioni terapeutiche che venivano utilizzate dagli uomini quando ancora non esistevano le odierne terapie mediche. La hot stone therapy ha origini radicate nella tradizione sciamanica degli indiani d’America che già utilizzavano il calore sprigionato dalle pietre per curare le malattie del corpo e della mente, e nella medicina ayurvedica indiana e tibetana, che basandosi sull’antica saggezza delle pietre, utilizzava tamponi riempiti di piccoli sassi caldi (pebbles), sostanze naturali e curative per dare sollievo e benessere. Alcune testimonianze storiche narrano l’impiego delle pietre calde già al tempo di Egiziani e Sumeri, mentre l’applicazione di un sasso cotto fasciato in un panno su parti doloranti del corpo, riflette l’antica arte curativa orientale. Anche nelle popolazioni africane il caldo delle pietre è ritenuto avere effetti terapeutici, anche un massaggio hawaiano che si tramanda da generazioni e chiamato lomi lomi, prevede alcune volte l’uso di pietre calde per rilassare il corpo. La scelta delle pietre è importante per l’efficacia del trattamento: le più usate sono le pietre laviche come il basalto (talvolta possono essere usati ciottoli provenienti dal Gange e dal letto di fiumi dell’Arizona, dell’Italia e della Francia per altri trattamenti) preferite nelle forme che permettano una facile manualità, in differenti grandezze a seconda dell’uso che se ne vuole fare (ad esempio le più grandi verranno scelte per il trattamento delle zone più estese del corpo) e dalla superficie levigata, che trasmette calore più lentamente e omogeneamente delle pietre ruvide. Il riscaldamento delle pietre avviene solitamente attraverso l’immersione in acqua alla temperatura compresa tra i 60 e i 70°C e successiva asciugatura, oppure a secco. Lo scopo è quello di associare le proprietà delle pietre con i giovamenti dei massaggi. Prima di iniziare il trattamento è necessario frizionare oli essenziali (limone, arancio amaro, pompelmo) sulla parte interessata o talvolta applicare una crema ad azione topica che, tramite il calore, diffonde più efficacemente nei tessuti raggiungendo in profondità ossa e muscoli. Può avere poi inizio la manipolazione con le pietre attraverso strofinamento, sfioramento, frizionamento, scivolamento o moderata compressione che verranno praticati insieme ad un adeguato massaggio. Altrimenti è possibile intervenire con l’appoggio degli elementi caldi sui punti dolenti o quelli definiti “energetici”. Il rilascio del calore più o meno rapido da parte dell’elemento, fa si che le pietre debbano poi essere sostituite con altre opportunamente riscaldate.

Call Now ButtonInfo: 3473506368
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: